LA BESTEMMIA E’ REATO

LA BESTEMMIA  E’ REATO
 
 
L’ARTICOLO 724 DEL CODICE PENALE
Comma primo, versione originale (1930):

«Chiunque pubblicamente bestemmia, con invettive o parole oltraggiose, contro la Divinità o Simboli o le Persone venerate nella religione dello Stato è punito con l’ammenda da lire ventimila a seicentomila».(dai 10 ai 309,87euro)

Comma primo, come modificato dalla Sentenza della Corte Costituzionale n. 440 (1995):

«Chiunque pubblicamente bestemmia, con invettive o parole oltraggiose, contro la Divinità è punito con l’ammenda da lire ventimila a seicentomila».

Comma primo, come modificato dal Decreto Legislativo n. 507 (1999, versione vigente):

«Chiunque pubblicamente bestemmia, con invettive o parole oltraggiose, contro la Divinità è punito con la sanzione amministrativa da lire centomila a seicentomila».

 
LA BESTEMMIA E’ REATOultima modifica: 2010-06-05T11:36:16+02:00da antiblasfemia
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “LA BESTEMMIA E’ REATO

Lascia un commento